Eni + 1, insieme abbiamo un’altra energia. Le azioni di ciascuno contano, ma contano di più se diventano azioni comuni.

  1. Coerenza del messaggio “green” rispetto al prodotto pubblicizzato;
    • A differenza della campagna Audi, che può essere considerata solo in parte istituzionale, quella di ENI è decisamente istituzionale, cioè rilevante ai fini dell’immagine dell’azienda e non finalizzata alla promozione di un prodotto o di una gamma di prodotti.
    • In questo caso dunque tralasceremo il giudizio sul parametro uno.
  2. Rilevanza del messaggio pubblicitario in chiave “green”;
    • Il messaggio che passa è molto simile a quello di Audi: «noi facciamo delle cose (nello specifico progetti “non core” legati alla generazione di energia sostenibile), ma se anche tu ci aiuti, evitando tu stesso sprechi inutili, allora insieme potremo fare di più.»
    • La sorprendente sovrapposizione dei due messaggi è interessante per due motivi: messaggi positivi e coerenti proposti da aziende diverse, ma importanti, possono contribuire a educare il consumatore; la lontananza dei settori di cui Audi e ENI si occupano non devono farci arrendere rispetto alla possibilità che ognuno possa fare qualcosa per limitare le emissioni.
    • Per coerenza, anche per ENI la rilevanza del messaggio non può che essere positiva; Voto 4.
  3. Coerenza del messaggio rispetto alla promessa di “ecosostenibilità”;
    • Questo parametro è invece molto più debole, in quanto la campagna ENI parla di iniziative molto particolari, quasi dei progetti di start up, rivolti alla produzione di energia da fonti rinnovabili a bassissima emissione di CO2, ma nessuno può dimenticare quale sia il vero “core business” di ENI.
    • Voto 2.
  4. Rilevanza della componente “green” del messaggio rispetto alla globalità dell’azienda che la promuove.
    • Per affinità anche questo parametro non può essere considerato con un elevato grado di eccellenza, in quanto il “core business” di ENI risiede ancora stabilmente nel settore degli idrocarburi; rimangono decisamente positive le iniziative raccontate negli spot e l’idea di dichiarare il proprio impegno nei confronti dell’ambiente.
    • Voto 2.

Conclusioni

Nel complesso la campagna ottiene il seguente punteggio:
  • Coerenza del messaggio rispetto al prodotto pubblicizzato: 0
  • Rilevanza del messaggio pubblicitario: 4
  • Coerenza del messaggio rispetto alla promessa: 2
  • Rilevanza della componente green del messaggio rispetto alla globalità dell’azienda che la promuove: 2

Voto 3


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

+ 80 = 83